Crea sito

THE GINGERBREAD MAN IN CLASSE SECONDA

the gingerbread man in classe seconda

Oggi voglio parlarvi dell’attività relativa al libro “The Gingerbread man” realizzata in classe seconda in previsione del Natale.

L’attività è stata realizzata partendo dalla lettura del libro “The Gingerbread man” edito da Parragon Books e scritto da Louise Martin e illustrato da Gail Yerrill.

https://www.amazon.it/Gingerbread-Man-Gail-Yerrill/dp/1680524496/ref=pd_lpo_14_t_0/261-3393236-0695802?_encoding=UTF8&pd_rd_i=1680524496&pd_rd_r=9e3eaf5e-ff0c-4f81-8bce-34905e284081&pd_rd_w=6hY5i&pd_rd_wg=Fo5PS&pf_rd_p=3445fbfe-ec7c-415a-923d-008a660451c3&pf_rd_r=8CM6QY9ADS7PMFMHFC10&psc=1&refRID=8CM6QY9ADS7PMFMHFC10

Ho scelto questo libro in quanto l’omino di pan di zenzero è uno dei simboli del Natale e poiché la storia ha una morale che ricorre spesso anche nelle favole lette in italiano.

La lettura del libro permette inoltre di apprendere nuovi vocaboli inglesi. Io utilizzo moltissimo la lettura delle storie in lingua inglese per far accrescere il vocabolario dei bambini.

PREPARAZIONE DELL’ATTIVITà

Prima di proporre l’attività ai bambino ho preparato tutto il materiale necessario.

Ho realizzato un omino di pan di zenzero con il panno lenci. L’omino serve per leggere la storia in modo animato.

the gingerbread man in classe seconda

Ho anche realizzato un libretto da stampare e da far completare ai bambini. Nella matrice ho inserito i personaggi principali della storia: la signora anziana, il marito, il maiale, la mucca, il cavallo e la volpe.

Inserisco successivamente la matrice e le istruzioni per realizzarlo.

DESCRIZIONE DELL’ATTIVITà

Come prima cosa ho letto il libro ai bambini chiedendo di non interrompere, per verificare la loro comprensione complessiva.

Ho utilizzato l’omino di pan di zenzero realizzato e ho mimato moltissimi movimenti. Ho fatto finta di correre, di saltare e di fare altre azioni compiute dai vari personaggi.

Finita la lettura ho chiesto ai bambini di dirmi cosa avevano capito. Mi hanno veramente sorpreso perché avevano compreso quasi tutto. Alcuni di loro mi hanno anche mimato alcuni movimenti fatti dalla volpe!

Abbiamo anche riflettuto sulla “morale” della storia: la volpe è stata più astuta di tutti gli altri personaggi. Lei non ha rincorso l’omino, ma lo ha ingannato ed è stata l’unica in grado di mangiarlo.

Abbiamo poi fatto il paragone con alcune favole italiane e siamo arrivati alla conclusione che la volpe è utilizzata per rappresentare i personaggi più astuti.

Abbiamo poi proceduto con la realizzazione del libretto, che spiego nella sezione successiva.

REALIZZAZIONE DEL LIBRETTO

Per prima cosa ho consegnato una matrice ad ogni bambino e ho chiesto loro di colorare i vari personaggi e di ripassare i nomi tratteggiati, in modo tale da prendere dimestichezza anche con la scrittura di alcuni vocaboli.

Successivamente ho chiesto di ritagliare il libretto lungo i bordi esterni e lungo la linea orizzontale centrale. In questo modo i bambini hanno ottenuto due strisce composte da 3 caselle ciascuna.

Abbiamo quindi unito le due strisce con del nastro adesivo in modo tale che la casella con il maiale fosse vicina a quella con la mucca.

the gingerbread man in classe seconda

Abbiamo poi piegato il libretto partendo dall’ultima casella e abbiamo scritto “THE GINGERBREAD MAN” sulla copetina.

the gingerbread man in classe seconda

Ho quindi chiesto ai bambini di decorare la copertina e di realizzare un piccolo omino di pan di zenzero. Lo hanno fatto e hanno attaccato l’omino su una mollettina in legno.

Ho quindi utilizzato il libretto per un’attività di comprensione. Dopo averlo realizzato ho infatti chiesto ai bambini di posizionare l’omino sulle caselle dei vari personaggi. Ho quindi detto il nome dei personaggi e loro hanno spostato la mollettina con l’omino di pan di zenzero sul personaggio richiesto.

Pubblicato da maestrailaria

Mi chiamo Ilaria, sono una maestra di scuola primaria ai primi anni di insegnamento. Mi sono laureata in Scienze della formazione primaria e sto continuando ad aggiornarmi e studiare per poter offrire ai miei alunni attività stimolanti e sempre diverse. Amo creare nuovi giochi, scambiare idee con le colleghe e vedere lo stupore negli occhi dei miei alunni. Adoro le nuove tecnologie, la robotica e le attività manuali e manipolative.